Sull’ingiustizia. I concetti di ingiustizia e ‘pleonexia’ nel libro I della Repubblica di Platone e nel libro V dell’Etica Nicomachea di Aristotele

14,61 $
Tasse incluse
Quantità
DISPONIBILE

 

Politica di sicurezza

 

Politica di consegna

 

Politica di reso

La Repubblica e l’Etica Nicomachea sono considerati dagli studiosi come i due testi che in qualche modo fondano la riflessione etica intesa come «teoria filosofica di tipo normativo che da un lato risponde alle questioni del tipo “che cosa è bene?”, “che cosa è giusto?”, dall’altro indaga sulla natura della morale e sulle condizioni epistemologiche di quelle risposte» (Vegetti, L’etica degli antichi, 1989). Tali quesiti, affrontati e tematizzati da Platone e Aristotele, permangono a tuttora i medesimi, influenzando, a distanza di più di 2400 anni, il nostro modo di pensare e di vedere il mondo. Questo è il motivo che ci spinge, ancora oggi, a studiare e analizzare i testi di due autori così lontani da noi, in termini temporali, ma così vicini per contenuti trattati. «Nel […] libro si ripercorrono le tappe principali del dibattito sul giusto e l’ingiusto tra V e IV secolo: la svolta della sofistica e quello che Mario Vegetti ha efficacemente chiamato il “positivismo giuridico” di Trasimaco (è giusto ciò che il potere costituito stabilisce in funzione del proprio utile); la concezione socratica che identifica la giustizia non con comportamenti esteriori, ma con una disposizione interiore; le complesse riflessioni di Platone e Aristotele sull’uomo, sulla sua natura, sulla città. […] Su tutti questi argomenti Lorenzo Picca fornisce una discussione chiara, documentata e appassionata, che ripercorre il dibattito antico e ne mette bene in luce il rilievo per le discussioni più recenti. Non si tratta, però, soltanto di una trattazione erudita: il suo libro si propone di essere un vero contributo al dibattito politico e civile. […] Per tutte queste ragioni leggere il libro di Lorenzo Picca e ripercorrere i dibattiti che vi sono ricostruiti significa, in buona sostanza, interrogarsi sui problemi centrali del mondo in cui viviamo». [Dalla prefazione del Professor Riccardo Chiaradonna, docente di Storia della Filosofia Antica presso l’Università Roma Tre] «Lorenzo Picca discute delle teorie della giustizia offerte dai due giganti della filosofia classica, Platone e Aristotele, tenendo però un occhio sulla discussione contemporanea». [Dalla postfazione del Professor Mario De Caro, docente di Filosofia Morale presso l’Università Roma Tre e presso la Tufts University dove è regolarmente Visiting Professor]

9788833811291
50 Articoli

Scheda tecnica

ISBN
9788833811291
Autore
Lorenzo Picca
Collana
Theoretikà
Anno
2019
Numero di pagine
210
Tipo di copertina
Flessibile

Riferimenti Specifici

Nuovo prodotto
chat Commenti (0)
Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.