Declinazioni del nulla. Non essere e negazione tra ontologia e politica

14,61 $
Tasse incluse
Quantità
DISPONIBILE

 

Politica di sicurezza

 

Politica di consegna

 

Politica di reso

 

Spedizione gratis da 50,00€

 

Spedizione gratis (ritiro in libreria)

L’idea da cui muove il volume è che, al pari dell’essere, anche il non-essere “si dica in molti modi” e che, pertanto, sia sotto la specie di questi molteplici modi che esso continui a offrirsi e a interrogare la contemporaneità. In questo volume sono indagate e problematizzate alcune tra le più significative declinazioni del concetto di ‘nulla’ (logiche, ontologiche, esistenziali) succedutesi nella storia del pensiero occidentale. Da Heidegger a Nietzsche, da Kant a Fredegiso di Tours, da Schopenhauer a Tommaso d’Aquino, da Jaspers all’ontologia analitica contemporanea, da Adorno ad Agamben lettore di Aristotele: la trama delle articolazioni teoriche depositate in questo testo, all’interno del quale coesistono e dialogano diverse prospettive tematiche e impostazioni metodologiche, mira a esplicitare le forme e i modi attraverso cui la tematizzazione del nulla, del non-essere e della negazione (intesa come esercizio logico-predicativo del non-essere) costituisce un nodo ineludibile per ogni tentativo di comprensione intellettuale della realtà

9788894855593
100 Articoli

Scheda tecnica

ISBN
9788894855593
Autore
Miriam Aiello, Luca Micaloni, Giacomo Rughetti
Collana
Theoretikà
Anno
2017
Numero di pagine
216
Tipo di copertina
Flessibile

Riferimenti Specifici

Nuovo prodotto
chat Commenti (0)
Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.