Miseria e fortuna: gli schiavi nella Roma antica

14,61 $
Tasse incluse
Quantità
DISPONIBILE

 

Politica di sicurezza

 

Politica di consegna

 

Politica di reso

 

Spedizione gratis da 50,00€

 

Spedizione gratis (ritiro in libreria)

Chi erano veramente gli schiavi e cosa significava essere servo nell'antica Roma? Erano davvero tutti dei miserabili? La storia che vi appresterete a leggere vi porterà in un mondo diverso da quello che vi hanno raccontato fino ad oggi: operai instancabili e braccianti infaticabili, certo, ma anche medici, insegnanti, imprenditori, amministratori pubblici, guardie del corpo, amanti dell'imperatore e persino... Papi! Questo saggio intende studiare le origini e gli sviluppi della schiavitù romana attraverso l'analisi delle fonti antiche finora esistenti. Non tante a dire il vero - dal momento che i romani consideravano la schiavitù come un fenomeno "ovvio" del quale non si sentivano di dover render conto ai posteri - ma neanche troppo esigue da poter tracciare un affresco, seppur non esaustivo, del complesso "universo servile" di una delle più grandi civiltà che la Storia abbia mai conosciuto.

9788894855029
100 Articoli

Scheda tecnica

ISBN
9788894855029
Autore
Stefano Azzone
Collana
De ortibus et occasibus
Anno
2016
Numero di pagine
138
Tipo di copertina
Flessibile

Riferimenti Specifici

Nuovo prodotto
chat Commenti (0)
Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.