Altraparola. Il disordine della natura. Una crisi della presenza

16,23 $
Tasse incluse
Quantità
DISPONIBILE

 

Politica di sicurezza

 

Politica di consegna

 

Politica di reso

 

Spedizione gratis da 50,00€

 

Spedizione gratis (ritiro in libreria)

Una crisi della presenza si verifica quando, in seguito a un trauma storico profondo (un’epidemia, una guerra, un’aggressione coloniale, una crisi economica sistemica, una catastrofe ecologica) l’ordine simbolico con cui abitualmente riusciamo a orientarci nella realtà ambiente e nella vita quotidiana viene a essere sospeso, diventa irriconoscibile e ci lascia esposti al caos politico e psichico. Si verifica allora quella che sempre Ernesto De Martino ha definito una apocalisse culturale. «Tutti gli oggetti sembrano retrocedere in remote lontananze…Essi sentono di essere sospesi lontani da ogni realtà, in spazi del mondo orribilmente soli. Tutto è come un sogno». La situazione di emergenza che stiamo vivendo non si può spiegare soltanto con la perversità dei politici che ci governano, con l’assurdità del sistema economico in cui viviamo, e neanche con le forme di governo della vita che abbiamo conosciuto fino alla fine del Novecento (benché tutto questo sia pur sempre tristemente attuale): siamo di fronte a un dissesto e a un disordine reattivo della natura, provocato dalla crisi sistemica del capitale e della sua concezione della tecnica. Con scritti di Daniele Balicco, Franco Berardi Bifo, Francesco Biagi, Massimo Cappitti, Andrea Cengia, René Char, Achille D’Onofrio, Riccardo Ferrari, Gianfranco Ferraro, Roberto Finelli, Luca Lenzini, Wanda Marasco, Robert Mercurio, Henri Michaux, Giorgio Moroni, Mario Pezzella, Jacopo Rasmi, Ruggero Savinio, Alessandro Simoncini, Marcello Tarì, Renato Tomba, Antonio Tricomi, Alberto Zino.

9788833812403
100 Articoli

Scheda tecnica

ISBN
9788833812403
Autore
AA.VV
Collana
Lumen
Anno
2020
Numero di pagine
144
Tipo di copertina
Flessibile

Riferimenti Specifici

Nuovo prodotto
chat Commenti (0)
Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.